lunedì 23 febbraio 2015

Si, però all'Inferno ci vai tu.

Ieri sono ricominciati i miei soliti km, ed oggi la mia routine.
Davanti al vano per riporre la valigia infilo il piede in una pozzanghera, bagnando leggermente il mio calzino delicato. Ma non importa.
Mi tocca il pullman dal percorso più lungo. Ma non importa.
Il cielo urla tempesta; me ne sto sotto un ombrello viola ad aspettare mentre l'acqua cade impietosa ed i fulmini mi sorprendono all'improvviso. Ma non importa.

Ci sono delle volte in cui bisogna fare qualcosa e la si fa e basta, senza temere nulla e nessuno.
Ci sono anche volte, però, in cui il mondo ci crolla addosso e non riusciamo a darcene ragione.

Così passi da un San Valentino bellissimo, pieno di coccole, calore, cioccolato e dolcezza ad un freddo gelido, che ti ferma il sangue nelle vene ed il cuore dentro il petto. Tutto nel giro di un giorno.
Perché la vita ti frega esattamente così; ti prende in giro in un modo strano. Ti riserva tutto quello di cui hai bisogno e poi ti cambia la meta da raggiungere. E tu, a mani nude, non puoi che decidere: decidere di reagire o di lasciarti andare alla corrente del destino.

Tutto dipende dalla forza che senti dentro, dal coraggio, dalla voglia di dire ''io ce l'ho fatta''.
Ed io si, ce l'ho fatta!!

IO...
E poi...

E poi si, c'è lui. Anzi, come ben mi insegna, c'è Lui

Ho passato troppo tempo a sentirmi deridere pubblicamente, attraverso post dal contenuto assolutamente fittizio ed artificioso; attraverso frasi scritte alla rinfusa descriventi un essere che di sicuro poco si addice alla mia figura, invece, celestiale, contornati da situazioni di fantasia inventate per farmi apparire come non sono.
Sono stata buona ed ho incassato, chiedendomi 'ma riusciresti ad annientare dolorosamente un babbonchio così...sfigatello?', rispondendomi, quindi, 'in fondo riflettici Paola..tu sei l'unica gioia di questo povero scemottolo. Vorrai mica diventare anche la ragione delle sue lacrime di dolore?'.

Ma ad un certo punto, lo sanno tutti, diventa pericoloso stuzzicare il cane che dorme ed io non posso più soccombere o rischierei di lasciare un precedente che un giorno mi si potrebbe ritorcere contro. D'altronde lo sanno tutti, i piccoli teppisti vanno rimessi immediatamente in riga.

Ed allora ritorniamo al San Valentino. Una giornata dolcissima, nulla di raro quindi, ma contornata dalla magia e dalla frivolezza della ricorrenza.
Finché non arriva l'ora fatidica. Quella che ti sbatte in faccia un'altra dura realtà, ben lontana dai coriandoli, dalle nuvolette di zucchero filato e dai 'picci-tucci'.

Inizia tutto con una innocente domanda.
'Amore, sento la febbre...sono caldo?'
Da dolce fidanzata mi mobilito per sentire la fronte del nostro eroe.
Dall'espressione dolorante mi aspetto di sentire, come minimo, lo stesso calore emanato da una superficie in pietra lavica pronta ad accogliere una bella bistecca. Invece, con una bella dose di compiacimento personale, informo la controparte: 'Ehm..a dire il vero sei più freddo del sofficino che hai lasciato nel forno, dimenticandoti di accenderlo'.

Mi aspetto, quindi, una reazione di gaudio e giubilo alla notizia, ma a mia volta sento dirmi un 'Va beh....ma io mi conosco...sto male'.
E così inizia l'ultimo giorno insieme.
No, non l'ultimo prima che un treno lo riporti alla capitale, l'ultimo, a quanto pareva, prima che un signore dalla veste nera e dalla falce in mano, lo portasse per sempre su nel cielo a bere caffè insieme alle anime buone.

Cerco di godere di queste poche ore restanti come si gode dell'ultimo pezzo di cioccolato al latte nella dispensa e, da brava Spartana abituata alla regola della giungla (sopravvivono solo i più forti), mi faccio carico delle lamentele dello sfigatello.
Pressappoco tra noi due era un continuo
'Amore...non hai febbre!'
'Ma...io vedo una luce...un lungo tunnel..sento un canto celestiale e vedo degli esserini dalle lunghe ali bianche!'
'Ma stai meglio di me!Io ho fatto la maturità e la scuola guida con la varicella e tu per un inizio di raffreddore sei già stecchito?!Ma quando avrai dei figli ed avranno bisogno di te?!E se dovessi sopportare i dolori del parto?!'
La risposta alle mie provocazioni arriva la sera stessa quando, entrando in camera, trovo una mezza salma stravaccata sul pavimento, bava alla bocca, occhi sbarrati a metà. Mi avvicino e sento solo un sussurro
'A te lascio il mio bancomat. Dì alla mia famiglia che l'ho sempre amata. Addio, amore mio.'

Lo so, anche questa volta le lacrime staranno rigando copiosamente le vostre gote. Ma non preoccupatevi e fate tornare il sorriso sul vostro viso sereno perché, come previsto, il nostro eroe, sempre Lui è vivo.
Si, avete capito bene. E' riuscito a sopravvivere ad un raffreddore ed addirittura ad una influenza.
Non è stato semplice, ci è voluto tanto coraggio e tanta forza.
Ma io mi sono innamorata di lui proprio per questo.

Cosa ci posso fare?
Il fascino irresistibile del bad blogger.

Lo stesso che adesso starà rosicando (tu si, non io) per la dura verità che lo ha colpito, messa nero su bianco per far vedere chi comanda, qui.

Per tutti i molluschi del mondo, che hanno vissuto lo stesso dramma, fatevi forza: se è sopravvissuto un viscimillo come Maurizio...Potrà farcela chiunque!

Una buona notte, a chi non è come neve...

24 commenti:

  1. Mi hai letto nel pensiero: "tu sì, non io"... è davvero bizzarra la visione della nostra mente di fronte ad una storia come quella che ci hai raccontato; accade di tutto, anche di drammatico, ma il pensiero soggettivo va lì: "perché io no?" Eh, oggi non sono di facili risposte, e non nascondo quel pizzico d'invidia nei tuo confronti... poter toccare la fronte al tuo "uomo malato" per poi dirgli "sei più freddo del sofficino"... be', non tutti possono permetterselo.

    Vado a deprimermi nel letto ora. Notte ^^

    Ispy 2.0

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo sai che mi hai fatto sorridere. Forse non lo sai, ma mi hai detto una cosa bellissima. Spero, quindi, che tu non ti sia depresso per 'colpa' mia ^.^

      Elimina
  2. Noi uomini sappiamo essere duri e puri!

    G.

    RispondiElimina
  3. Simbiosi perfetta come l'attinia e il paguro.
    Ciao Stella.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un paragone che rende bene :-D
      Ciao Gus ^.^

      Elimina
  4. No, no, no, no, no, no, no, no, no.... no... no.... no. No ^^ Cioè, ok che dovevi per forza "rifarti" dopo il mio post, però c'è una differenza importantissima e sostanziale tra i due: il mio racconta la realtà (anche un pochino "addolcita", per farti sembrare meno babba ^^), il tuo invece è menzognero, oltre che un' artefatta mistificazione della realtà ^^
    Non saprei nemmeno da dove partire per smontare pezzo pezzo, quasi fosse un mobiletto in scadente truciolato preso all'Ikea, questo tuo post ^^ Inizio quindi con il discorso febbre/sofficino, sia perchè se poi ho avuto 40 (carta canta!) tanto "freddo" non potevo essere, quindi FORSE sei tu che non sai giudicare col palmo della mano l'altrui temperatura, ma voglio anche sottolineare che il sofficino freddo nel forno non acceso... sei TU che te lo sei dimenticata, mica io! ^^ Sei TU che sei andata a mettere le cose al forno e, dopo mezz'ora, sei tornata ridendo da me perchè, andando a controllarli, ti sei resa conto che ti eri dimenticata di accendere il forno! ^^ Perciò ecco, la tua ironia (?!) si ritorce contro di te, e in generale non è una saggia idea incolpare altri delle tue mancanze... perchè appunto poi, gli altri, ti mettono alla berlina :D
    Ma voglio continuare, pur se già questo basterebbe a rendere l'idea della persona menzognera che sei (^^), perchè troppe cose hai detto: mi conosco ed è vero, sentivo di non star bene (cosa che poi non capita praticamente mai) e infatti la misurazione fatta con il termometro (non con il metodo "palmo di mano della nana") ha rivelato la dura verità. E ti ricordi, a quel punto, i tuoi "scusami amore, non avevo capito!", i "perdonami, sono stata proprio cattiva" ecc? No, di questi, chissà perchè, non ne hai parlato qui... buuuuuu! :))))
    Poi vabbè, che devo dire sulla parte dopo? dialogo DEL TUTTO inventato come pure la mia presunta reazione da salma morente, io si che sono spartano e non ho detto nulla, anzi.. ho solo fatto in modo di non contagiarti e di farti stare tranquilla e senza preoccupazioni (se raccontassi di questo... vedresti come i tuoi "fans" cambierebbero idea su di te)... e mi ripaghi così? Altro che bancomat, piuttosto che darlo a te che mi tratti così me lo porterei/rò nella tomba ^^

    --->

    RispondiElimina
    Risposte
    1. --->

      Quindi ecco, e concludo questo mio NECESSARIO intervento, puoi scrivere quello che vuoi, mentire al mondo e a te stessa, ma rimane che, qua, la rosicona, la regina del rosicaggio internazionale, sei tu. E sul comandare... mamma mia che risate! ^^ si, si, comandi tu, è tutto tuo, sei il capo lillipuziano del mondo intero! :D
      Nero su bianco, da me ovviamente, c'è la verità VERA, comunque apprezzo i tuoi tentativi, goffi ma quantomeno divertenti, di distorcerla e renderla diversa da quella che è. Del resto lo sai che mi lascio punzecchiare da te per amore, anche perchè sai essere oggettivamente molto divertente, ma non abusare di questo... specie ora che ho ricevuto a casa mia un certo pacco fragile destinato a te e, quindi, potrei fracassarlo per vendetta! ^^

      Che poi, pensavo... si dice "V per Vendetta", nel tuo caso immagino invece sia "N per Nanetta", no? ahahahah :)))))

      Alla tua prossima storia di fantasia su di me allora, con tutto il mio amore il tuo bad blogger boy :D

      Elimina
    2. Guarda, dirò poche parole: Denuncia per diffamazione e calunnia.
      Come la mettiamo?:-D
      Fetusello, attenzione a come ti muovi :-D

      Elimina
  5. Tesoro di una Paoletta mia, ma ti devi abituare a queste cose..
    Nella stragrande maggioranza dei casi, i maschietti sono così"leggermente esagerati" e se li ami li accetti per quello che sono e poi tutto questo ti farà sorridere , ma esisterà sempre è la loro natura..
    Come vorrei ancora poter curare per un niente la persona che amo..e invece , mi accontento di curare i miei adorati pelosoni..A ognuno il suo!
    Bacio adorabile creatura...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh si, Nellina dolce, e noi lo amiamo quindi si sopporta eccome :-D
      Comunque è molto dolce il tuo pensiero verso la persona che ami sempre e per sempre, ma sono sicura che anche gli amici pelosetti sapranno ripagarti di tutta la tua dolcezza.
      Bacio forte anche a te :-*

      Elimina
  6. Come se non si fosse capito da un pezzo chi comanda tra voi due.. hihi..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non tutto è come appare :-P
      Ci sono modi e modi :-D

      Elimina
  7. Franco, bravo con i gorghi e meno con i gorgheggi grammaticali.
    hi hi in effetti una licenza poeticalscorretta. Sostituisci l'h all'accento.
    Devi scrivere
    ih ih. , interiezione, che esprime una risatina beffarda.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione..ho invertito vocale e consonante ma il senso era chiaro.. spero non tutti si siano soffermati sul dito ignorando la luna indicata.. ihih.. ^_*

      Elimina
    2. Io ho guardato le stelle, la Luna mi sa di antipatica *.*

      Elimina
  8. Sono vivaaa! Scusa l'assenza, sono stati periodi difficili!

    Ehhh, uomini. Cosa ci vuoi fare?!
    Mio papà e mio fratello sono uguali! Ahahah ha
    Fortuna che ci siamo noi... E fortuna che portiamo pazienza! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ti preoccupare, ti capisco bene, Anche io ultimamente sono un pochino più assente del solito. Comunque si, però ammetto che anche lui ha una buona dose di pazienza con me :-D

      Elimina
  9. Ho letto il resoconto e, lungo la strada per commentare, ho letto anche la risposta del diretto interessato e, che posso dire?
    La statistica insegna che gli uomini non sono credibili a questo riguard, quindi sono maggiormente propenso a credere alla padrona del blog qui presente (per lui, se "carta canta" vige una delle mille regole della rete: "Pics or It Didn't Happen").

    Gli uomini, si sa, sono sempre prossimi alla morte con pochi sintomi che una donna sopporterebbe lavorando e correndo.

    La sorte è stata benevola con me, per fortuna, e finché le gambe non cedono, io resto in piedi (di solito dopo i 39.5 inizio a sentire qualche difficoltà)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sta detestando per il modo in cui lo sto facendo apparire poco credibile ai vostri occhi, ihih.

      Io quest'anno sto resistendo ad ogni attacco 'influenzale' :-P

      Elimina
  10. ...parrà strano scritto da una gentil donzella, ma questo aspetto dell'uomo a me fa invidia quasi...

    RispondiElimina
  11. Io mi sento freddo, invece, in questo periodo. sento di essere distante e lontano da quanto mi circonda. non sto male, ma vorrei stare meglio.
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  12. Ciao Stefano, ho letto da te ed appena ho un attimo da queste lezioni passerò da te. Ti abbraccio e..andrà meglio

    RispondiElimina

Io credo soltanto nella parola. La parola ferisce, la parola convince, la parola placa. Questo, per me, è il senso dello scrivere.