martedì 28 ottobre 2014

Ci si deve assaporare

Dolci, agri, ingenui erano i miei morsi
e quanti errori accumulati senza mai capire
che per gustarsi meglio ci si deve assaporare
piano, lentamente.
Con la testa lievemente,
cominciare dall'esterno per lasciarsi alla fine.

E' incredibile come riesca a trovare, per ogni concetto che ho in mente, un pezzo dei testi del mio cantautore (che definire) preferito (non renderebbe proprio l'idea).
Si, perché se dovessi dare una forma concreta a quello che sto per scrivere, userei certamente i movimenti descritti su.

Fluidi, che si incastrano perfettamente l'uno con l'altro senza annullarsi a vicenda. Perfetti.

L'amore te lo immagini sotto la pioggia, magari col freddo come pretesto per allontanare i brividi pelle contro pelle. Ma il bello è che ti sorprende anche col sole cocente, in una mattinata che può o non può promettere sorrisi. Dopo una lunga camminata in salita, con il peso della stanchezza addosso.

Ma poco importa, perché quando arriva tutto cade e rimani tu di fronte a lei.

Ci sono modi diversi per avvicinarsi ed, ovviamente, dipende. 
Puoi essere cauta e delicata, o puoi semplicemente lasciarti andare alla passione nella sua forma più pura e sbranare l'oggetto del tuo desiderio.

Ma a volte tutto è così veloce e così forte che è la foga a scegliere te.

Mi sono ritrovata, così, irresistibilmente attratta ed ogni mia resistenza è stata vana, ammesso che poi ci abbia davvero provato, a resistere.
E se è vero che l'occhio vuole la sua parte, è stato altrettanto sorprendente constatare come la voglia di assaporare ogni angolo si facesse strada nella mia mente, lasciando indietro ogni altro senso.

Abbandonata ogni strana perversione del chi resiste di più, disarmata di ogni pudore, mi sono lasciata affogare in un gusto piacevolissimo. Di quelli che ti circondano e ti sovrastano contro ogni tentativo di divincolarti.

Una passione così forte, da levarti anche l'interesse verso eventuali occhi indiscreti.
Perché l'occasione di fare l'amore così, senza timore, sicura della tua scelta, libera di ogni catena mentale, potrebbe non ricapitarti mai più nella vita.
Un piacere letteralmente carnale, di quelli capaci di risvegliarti da qualsiasi torpore. Fatto di movimenti lenti, per paura di far scappare qualsiasi brivido. Di ingordigia, con l'illusione di poter trattenere anche il più piccolo respiro. Di estasi, con la convinzione di voler replicare sempre e di più.

Fino ad arrivare al culmine e con immensa sorpresa scoprire che il meglio stava solo per arrivare, anche se i brividi fino a quel momento erano stati inarrestabili ed impareggiabili. 
E poi una lenta, lentissima discesa verso la fine, con le mani ad aggrapparsi all'ultimo morso rubato, ritrovandosi forse con un senso di colpa in più, ma assolutamente soddisfatti e complici.

Forse è quello il momento più strano o forse il più devastante: quello in cui si è nudi di fronte alla passione fugace appena consumata. A guardarsi le mani, assaporarsi le labbra e risentire ancora un ultimo, impercettibile fremito pulsare un immenso colpo al cuore.

Raccogliere le briciole di quanto rimasto, farle volare via, nasconderle il più possibile e mantenere il segreto con chi non capirebbe. Con chi sarebbe semplicemente uno sgradevole spettatore di un amore così folle, magari.

Io non avrei mai pensato di scrivere un post del genere, soprattutto non sul mio blog ma è inutile farsi scudo di una inutile ipocrisia. 
Quando sei di fronte a qualcosa di così grande e così unico, non puoi fare a meno di lasciarlo impresso da qualche parte.
E credetemi, se anche voi aveste assaggiato le ciambelline al cioccolato che il forno siciliano vicino alla mia università prepara costantemente, avreste scritto più di questo. 

E se mi dite che avevate pensato il post si riferisse ad altro, allora non mi conoscete bene. Per tutti gli altri..peccato, non ve l'ho fatta ^.^

Una dolcissima giornata, a chi non è come neve...

30 commenti:

  1. Me l'avevi quasi fatta perché non avrei mai pensato che tu potessi copulare cosi animalescamente con le ciambelline al cioccolato.. ma la cosa più carina che ho pensato, mentre leggevo, è questa: mo' chi glielo dice a Maurizio? ahah!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per fortuna che la conosco bene, altrimenti pure io mi sarei preso un colpo mica da ridere.... ^^ E' piuttosto cattivella, ma non me la sento di punirla... anche se se lo meriterebbe certe volte :D

      Elimina
    2. Beh, se il post fosse stato quello che sembrava..sarebbe potuto trattarsi solo di Maurizio ^.^

      Quindi ecco, Maurizio, il colpo lo vorresti in testa, ihih. Altro che cattivella xD

      Elimina
  2. E dimmi, anzi dillo al mondo, chi è che ti ha fatto conoscere quel forno siciliano e le sue irresistibili ciambelline (ma pure gli arancini coi funghi che mi presi mentre ti attendevo fuori dall' Università)? Uno che nemmeno è di quei luoghi, ma che è un cane da tartufo del dolce di qualità ^^ e di dolci, infatti, ti ricopre ogni volta che può (immagino ieri ti sia spazzolata le merendine dei pan di stelle e le cioccolate in barretta, ihihi, cò sto freddo poi... ^^)
    Simpatico questo post "con sorpresa", l'occhio inesperto potrebbe cadere nel tuo tranello, ma per fortuna non sono tra quelli :D Ce l'hai presente la fiaba di "al lupo! al lupo!", del ragazzino che gridava sempre che c'era un lupo, gli altri accorrevano e lui li derideva, però poi quando il lupo è venuto davvero nessuno è andato a difenderlo? Ecco, mi pare perfetta per te! ^^ Anche se poi, ehhhhh mi tocca ammetterlo, io ci verrei lo stesso... non so resisterti... :-*
    E comunque sia, tra un morso e l'altro a quelle deliziose ciambelle sicule, qualcosina di più, come è da tradizione per te, c'è sicuramente sempre... eh se c'è! ;)
    Perciò beh, continuiamo a finanziare gli studi del figlio del fornaio siciliano, a lui i soldini a noi il diabete irreversibile :D ma per quelle squisitezze ne vale la pena :)
    Ciao ciao simpaticona mia, una dolcissima giornata a te, ti penso tantissimo, sei la ciambellina del mio cuore ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ihih e dai dillo che te la sei sfiuffiata alla grande xD
      E si, dobbiamo ammettere che una cosa buona l'hai fatta: le ciambelline sono merito tuo. Ed io non posso che amarti ventimila volte di più per questo *.*
      A proposito, ne ho appena divorata un'altra ed era ancora più buona del solito *.*
      Ti amo, sarai sempre il mio immenso amore. E si, corri sempre da me, io non ti lascio mai. Siamo troppo bellissimi *.*

      Ps. Mi compri una fabbrica di cioccolato? *.*

      Elimina
  3. Aahahaha, devono essere proprio estasianti!! :D

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente si *.* dovresti vederle: già solo dall'aspetto ti urlano "divoramiiii"

      Elimina
  4. Ahahahga Paoletta, appena ho letto il titolo sono corsa su Google a cercare Primavera non è più, senza aver visto che l'avevi riportata immediatamente sotto.

    Che bello essere tornata marmocchia che ascoltava Tizianino...

    Evviva le ciambelle :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io con Tiziano sono letteralmente cresciuta e continuo ad ascoltarlo ed ammirarlo come un grande amore richiede (Maurizio capirà ihih)
      E si, Wannabe, credimi che ste ciambelline....mamma mia *.*

      Elimina
  5. hahahaha! molto carina l'idea! Mi hai fatto venire fame! ^^
    Bello scritto, Buona serata e a presto... Dream Teller ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E ringraziate che non ho messo le foto di queste delizie, altrimenti mi avreste odiato a morte ihih
      Grazie mille, un abbraccio ^.^

      Elimina
  6. Ahahahaha grande ! Comunque a scrivere certe cose sei pur sempr euna scostumata :-))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, devo essere punita xD
      Niente ciambelle per una settimana!

      Elimina
    2. Molto ..scostumata.. ;) e chissà se Maurizio fa lo stesso effetto... hihi..

      Elimina
    3. Questo non lo saprete mai, da me xD

      Elimina
    4. Franco curiosone... :)))))))

      Elimina
  7. Paola ♥ Ah ah XD Riesci a scrivere meraviglie anche sulle ciambelline di cioccolato XD e adesso ogni volta che ascolterò quella canzone di Tiziano... penserò alle ciambelline :P Ah ah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tiziano deve esserci sempre e per sempre xD
      Io penserò a voi ridere ogni volta che mangerò le ciambelline xD

      Elimina
  8. oh, beh, io ti conosco poco e ho letto il tuo blog a spizzichi e bocconi, quindi ci sono cascata!
    Però, che cavolo, anche io la voglio la pasticceria così, mentre vicino al mio liceo c'è solo un kebabbaro piuttosto fetido... magari quando vado all'università la trovo, una pasticceria allettante!
    Minerva

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dolci così non li ho mai assaggiati dalle mie parti, quindi se li ho trovati io qui, sono sicura che c'è speranza per tutti xD
      Però il kebabbaro noooo, non lo vorrei neanche pagato xD

      Elimina
  9. Io sono di natura una persona maliziosa.
    Premesso questo, adoro questo stile di scrittura in cui fai di tutto per usare termini studiati apposta per essere fraintesi, fino alle ultime 2 righe in cui offri una chiave per leggere di nuovo tutto il post, con una luce differente.
    Alcune volte, tendo anche io di farlo e lo trovo assolutamente meraviglioso come stile.

    Ps: decisamente non ti conosco bene.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, ti dico solo che un post passato scritto con questo stile è stata la scintilla per far innamorare Maurizio ^.^
      Anche a me piace parecchio. È sempre una sorpresa leggere i finali di certi post. Quindi mi sa che li leggeró anche da te, eh?
      Un abbraccio ^.^

      Elimina
    2. Beh insomma, quello era un post su argomenti non "sporcellosi", adesso hai davvero passato il limite! :))))))

      Elimina
  10. Mi son quasi commosso... è una delle più belle descrizioni di un attimo che diventa storia, di un momento che attraverso l'amore ci rende vivi e umani.

    A parte tutta la descrizione, il mio cuore ha fatto un piccolo balzo leggendo questa parte qui: "Raccogliere le briciole di quanto rimasto, farle volare via, nasconderle il più possibile e mantenere il segreto con chi non capirebbe. Con chi sarebbe semplicemente uno sgradevole spettatore di un amore così folle, magari."

    Brava, perché non solo hai saputo descrivere ogni minima emozione, ogni passaggio parlando dell'atto più umano al mondo senza scadere nel banale, ma brava soprattutto perché quele emozioni, chi le ha vissute, le conosce sulla propria pelle... e le trova scritte qui sopra come se ci fossero appartenute nello stesso modo ;)

    Ispy 2.0

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa molto piacere che tu sia passato qui da me e ti ringrazio per il commento ^.^

      E' molto bello che tu abbia colto così un post che alla fine aveva un intento simpatico, ma scoprire che può aver lasciato qualcosa di più...è davvero bellissimo.
      Grazie mille Ispy, se vorrai passare di nuovo da qui sarà un piacere ^.^
      Intanto benvenuto :-)

      Elimina
    2. Ci mancherebbe! Ti ho aggiunto ai miei blog preferiti. ;)

      Ispy 2.0

      Elimina
  11. Tiziano Tiziano, oggi la tua fans ti ha superato..Eh..si adorabile creatura, perchè lo stacco della passione l'hai dato e espresso tu più di lui...
    Forse non sarai d'accordo, anche perchè essendone l'autrice , si è un po' ciechi su quello che si scrive. Ma importante è quello che arriva a noi, spesso abbandonati da tanta umana e naturale passione, da ricordarla come dietro un vetro appannato. Ma è così . Il corpo parla come la mente, e i pensieri possono essere lenti o frettolosi, pesanti e leggeri, e ci spingono lontano, per lasciare un po' di spazio alla mente di ricominciare a sognare e vivere il tutto.
    Questo è l'Amore!
    Bacio adorabile!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dolcissima Nella, hai proprio ragione!Quando scrivo sono lievemente critica, nel senso che i miei post preferiti sono pochi e quelli che non ritengo troppo favolosi, nella realtà poi riscontrano i consensi maggiori.
      E quindi devo dedurre che questo sia uno di quei post con i quali inconsapevolmente ho lasciato scritto qualcosa di più ^.^
      Beh, non può che farmi piacere e ringrazio assolutamente la sorte che mi ha regalato lettori così sensibili *.*
      Siete fantastici :-D
      Un grande abbraccio, sei tu adorabile!

      Elimina

Io credo soltanto nella parola. La parola ferisce, la parola convince, la parola placa. Questo, per me, è il senso dello scrivere.