sabato 26 settembre 2015

Che il cielo è leggero però non è vuoto

Si, ragazzi, se la mia assenza non vi avesse fatto dormire la notte, potete tornare a stare tranquilli!Sono qui!

Adesso vi racconto le ultime due settimane.

Ripartiamo dalla foto dell'ultimo post. Parlavo di una intensissima estate di studio ed in effetti il mio Agosto è trascorso all'insegna delle pagine da studiare, leggere, ripassare, memorizzare..
Fin qui nulla di strano, se non fosse che le ultime due settimane, appunto, ho avuto un crollo di nervi.
Diciamo che sicuramente il fatto che gli esami in questione non fossero i più semplici/corti della mia carriera non ha molto aiutato, ed in effetti dopo aver sostenuto il primo dei tre l'attesa (che si è protratta per circa 10 giorni) del risultato è stata sfiancante.
Immaginatemi tutto il giorno e tutta la sera ad aggiornare la pagina Internet finché finalmente quel voto non è comparso.

Fuochi d'artificio nella mia testolina e poi la paura per gli altri due.
Ora, io non sono una tipa ansiosa generalmente agli esami, ma per questi due...non avete idea delle lacrime e della disperazione che mi hanno colta gli ultimi pomeriggi di studio.
Ci ero stata così tanto su quei libri, che avevo la nausea anche solo a vedere le parole che avevo letto per più di 40 giorni, tutti i giorni.
Metteteci pure che li ho dovuti sostenere entrambi a poche ore di distanza (per gentilissima concessione del professore che mi ha permesso di posticipare il suo al pomeriggio, altrimenti sarebbero stati alla stessa ora) e che il primo è iniziato alle 9.30 ed io ho dovuto aspettare il mio turno fino all'ora di pranzo.
Mi promuove con un bel voto. Respiro, scrivo alle mie sorelle ed al mio amore che fino ad allora avevo assillato con la mia ansia.

Pizza velocissima seduta al tavolo sola col mio libro per l'ultimo disperato ripasso, ho tempo fino alle 14.00
E poi arrivo all'aula. Spiego che sono 'quella della mail' e mi siedo per l'interrogazione. Credo mi abbia tenuta in tutto un'ora, ma è stato meno terribile di quello che mi aspettavo, complice anche il fatto di aver superato l'altro egregiamente poco prima e che l'atmosfera è abbastanza cordiale, atteso che gli altri ragazzi sono là per la correzione dei compiti insufficienti.

Poi finalmente arriva. Mi scrive il voto sul compito e mi chiede la firma per accettarlo.

E' andata.

Ho concluso finalmente tutti gli esami della mia carriera. Mi si apre un sorriso enorme in faccia, mi sento leggera come una piuma.
Avevo sperato così tanto di farcela, avevo investito così tanto tempo ed energia, che se non ci fossi riuscita penso mi sarebbe pesato fino al prossimo appello.
Invece no, sono stata ripagata e lo scrivo a tutti: di nuovo alla mia famiglia, di nuovo al mio amore e poi a due dei miei amici, chiamo la mia ex coinquilina e infine tutti gli altri.

E' bellissimo. Adesso tesi, parte burocratica e finalmente laurea.

Che non mi importa niente neanche del voto, voglio solo la corona d'alloro a pizzicarmi tra i capelli e scegliere il vestito e stressarmi per la vergogna della discussione e compilare la domanda per la magistrale, promettendomi che non rifarò gli stessi errori della triennale.

Adesso mi godo questo fine settimana completamente libera da ogni pensiero e lunedì potrò ricominciare con le mie paure sul non fare in tempo a consegnare i documenti necessari alla scadenza richiesta.

Ma non importa, perché tanto ho chi sa prendersi cura di me e ritornare a farmi respirare. Che è stato un angelo davvero a sopportare i miei
-Non ce la faccio;
-Mi viene da piangere;
-Io non ci vado. Non mi importa, io sto a casa;
-Tanto mi boccia;
-Ho un vuoto di memoria, farò scena muta.
Ed affini.

E se pensate che io sia fortunata, pensate bene. Se invece pensate che sia un matto a sorbirsi le mie lagne..beh, vi ricordo che alla mia laurea (quando sarà, ma spero prestino (NB. Vedi sopra ansia scadenze burocratiche)) ci sarà lui e ci sarà la mia famiglia. Quindi a quel punto immagino le ansie partiranno non da me :-P Mi pare equo!

Ma è ancora più giusto ringraziarlo come si deve e quindi lo farò presto, prima a parole, con le migliori che riuscirò a trovare, e poi a gesti, coi più dolci concessi a Sparta (ti sarai mica illuso, babbonchietto mio?).

Ed a tutti voi, intanto,

Buona giornata, a chi non è come neve...

21 commenti:

  1. Alla grande, Paola!
    Auguroni e complimenti per la fine degli esami!
    Direi che è stata una fine sofferta ma... come si suol dire, meglio così: c'è più gusto nell'averli passati tutti e tre come fossero un'avventura (ansiogena)
    Ora goditi questo weekend^^

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ssssh, che forse l'ansia ha raggiunto l'apice dopo gli esami. Vi farò sapere xD Grazie :-*

      Elimina
  2. Credo che non potrò mai laurearmi proprio perché quelle ansia da pre-esame mi ammazzerebbero nel vero senso della parola. Già per ghermire il diploma per me è stato uno sforzo erculeo, poiché non riesco davvero a gestire le emozioni, ansia in primis. Di certo avrai letto il mio post in cui parlai delle mie "sette fatiche" per ambire al "pezzo di carta", e mi son ripromesso che gli unici esami che avrei fatto da lì alla morte al massimo sarebbero stati quelli del sangue. Comunque stimo la forza che hai ritrovato e anche il fatto che tu sia riuscita a farcela nonostante le mille paura, certo è che avere qualcuno al tuo canto è stato più che indispensabile. Purtroppo quando ero io sotto pressione per gli esami, eravamo solo io, i miei libri e la mia cameretta... eh sì, sei fortunata, lo riconosco e sono felice per te.

    Che dire? Va' avanti con tutta la tenacia che porti in corpo, e circondati di belle persone che ti amino e che ti vogliano bene, perché in questi casi senza di esse non si va da nessuna parte, e come dici tu, c'è sempre bisogno di qualcuno che ascolti le nostre lagne. ;)

    Ispy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, ricordo i tuoi post e sicuramente li avrò anche commentati ^.^
      Hai assolutamente ragione, avere una persona accanto che placa le tue follie è una gran cosa! Anche se ammetto che io per natura non sono ansiosa per lo studio, ma questa volta la scadenza, l'essere ad un passo dal traguardo..è stata una grande pressione.
      Mettici che non è ancora finita e che forse potrebbe slittare il tutto per NON una mia incuria..ma si, diciamo che ormai il mio è stato fatto. Vedremo tra qualche giorno ^.^ tanto per le lagne ho sempre Lui *.* :-P

      Elimina
  3. Tesoro caro io non ho mai nessun dubbio sulle tue risoluzioni, sui tuoi esiti , sui tuoi esami e ne sono così felice che mi piacerebbe esserci alla tua festa di laurea, vederti bella splendente serena,mentre un nuovo sole si apre davanti a te...
    Sarai felice, appagata, amorosa e ottima mammina...speriamo riesca a vederti indaffarata in tutto questo baillame..
    Bacio adorabile creatura!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei davvero dolce, quasi materna, nelle cose che dici. Ed anche a me piacerebbe tanto che voi ci foste quel giorno ed infatti cercherò di rimediare a modo mio, sicuramente ^.^
      Quindi incrociate ancora un altro po' le dita per me :-*
      Un enorme abbraccio a te, dolcissima Nella *.*

      Elimina
    2. Incrocio anche le dita delle estremità, ma sono sicura che sarai brillantissima come sempre e ti regalerai, anzi vi regalerete un bel viaggetto qui nell'eremo!!!!Perchè no??!!

      Elimina
    3. Tra qualche post ti farò sapere :-*

      Elimina
  4. Brava, bravissima Paola!!!
    Comprendo molto bene l'ansia per gli esami, ammetto di non averla saputa gestire come hai fatto tu. Nonostante i miei 29 e 30 ho interrotto tale percorso a causa dell'eccesso di nervosismo e rabbia che m dava.
    Ma ammiro tantissimo chi ce la fa, chi non si lascia perder d'animo e riesce a gestire meglio le emozioni.
    Adesso manca lo sprint finale, ma tu sei una garanzia, andrà benissimo!
    Goditi questa domenica all'insegna del riposo e della meritata serenità.

    Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io penso che l'università sia una grande esperienza da fare, non per i voti che lasciano il tempo che trovano, quanto per l'impatto che dà al proprio carattere ed alla propria autonomia. Soprattutto se studi fuori casa, perché sei costretta a farcela con le tue forze, se vuoi davvero raggiungere il tuo traguardo.
      Per questo penso sia stato un gran peccato che tu abbia lasciato; secondo me, ti avrebbe aiutato a scoprire la tua forza! Ma c'è sempre tempo, eh ^.^

      Elimina
  5. Grandissima!! un anno fa più o meno in questo stesso periodo ho finito anche io gli esami della triennale e capisco l'ansia ed anche la gioia ch ehai provato. in bocca al lupo per tutto ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un ultimo tratto in apnea e forse ci siamo! Grazie mille :-*

      Elimina
  6. Evvai Paola :-))),mi fa molto piacere.

    RispondiElimina
  7. direi che allora è un gran periodo per te. bene anzi benissimo !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, mi manca il salto finale e poi si vola :-P

      Elimina
  8. Come video alla fine del post ci starebbe bene la pubblicità dell'Amaro Montenegro, quelle che si concludono sempre con il "sembrava impossibile ma ce l'abbiamo fatta", e poco importa se, in quei casi, l'antico vaso disperso in mare lo vanno a prendere durante un maremoto, e quindi basterebbe che si facessero i fatti loro e andassero col mare calmo per evitare qualsiasi problema, ma pure "l'impresa" ^^
    Ma detta sta scemenza, vengo al post, che racconta di una tappa (in questo caso non tu... ahahah ^^) importantissima del tuo percorso. Un appuntamento per il quale ti sei preparata alla grande, non senza ovviamente tanta fatica, sacrifici e "terremoti interiori" come tu stessa hai fatto notare, ma ciò che conta è che alla fine, al dunque, tu hai risposto "presente" e hai fatto centro. Per questa tua straordinaria tenacia, per l'applicazione, l'impegno e le tante rinuncie che per arrivare a questo traguardo e riuscirci poi in tempi perfetti hai dovuto fare, non posso che farti ancora i miei più sentiti complimenti. Sei stata favolosa e il pensiero di averti "accompagnato" per 2/3 di questo percorso... mi fa sorridere. Non che ovviamente io abbia fatto nulla eh, il merito è tutto tuo, è bello però pensare di esserci stato in quell'occasione, e in quell'altra, e in quell'altra ancora, di averti accompagnato concretamente a diverse prove, di aver ripetuto con te, di averti magari saputo confortare quando ti sentivi scoraggiata. E' bello perchè sono tutte cose vere, autentiche, momenti della tua vita che hai voluto condividere con me, e che io conservo quindi gelosamente, orgoglioso della persona intelligentissima e bellissima che ho al mio fianco.
    Sono certo, amore mio, che questo è soltanto un ulteriore passo in avanti nel tuo percorso, che sarà ricco di soddisfazioni e che ti vedrà continuare quindi a raccogliere i frutti del tuo impegno. Ovviamente però adesso, finendo le ultime cosine che ancora vanno fatte, cerca anche di goderti la nuova fase in cui entri, di dedicarti soprattutto qualche volta un pochino di più a te stessa, perchè sei eccezionale e devi e soprattutto puoi anche "premiarti", visto che lo meriti, qualche volta :) Spero perciò che dopo aver centrato questo vorrai continuare ad inseguire tutti i tuoi sogni, ancora e sempre di più, perchè so che li realizzerai tutti e penso che, standoti vicino, anche io potrò gioire delle medesime cose, e credimi, vederti felice, guardarti sorridere, sentirti raggiante è quanto di più bello, per me, possa esserci. Perchè la mia felicità sei tu, e allora vedere che tutte le "tribolazioni" che ti/ci hanno fatto penare adesso sono scomparse lasciandoti felice e serena mi riempie di gioia.
    E' stato importante esserti accanto quando avevi bisogno di me, lo è ancora più esserci quando "tecnicamente" non ne hai, quando insomma sei felice e a posto con te e col mondo ma senti che comunque non puoi farne a meno. Ecco, io questo sento per te, e per questo ti amo, poichè sai rendere indispensabile, essenziale e vitale la tua presenza nella mia esistenza, in ogni momento :)

    Ti amo, mio piccolo genietto del quale vado orgogliosissimo :*

    Costruisciti il futuro che sogni, quello più bello, quello più grande... tu puoi tutto, non hai limiti nè confini... e avrai sempre me, dovunque andrai, qualsiasi cosa vorrai essere o diventare, qualsiasi scelta deciderai di fare :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah, lo sai, non te lo avevo detto: quando ho detto alla mia carissima amica Fra (la ragazza che studia a Roma, che sento su WA) mi ha mandato "We are the champions" e mi ha chiesto "Ci si sente così?".
      Insomma, i paragoni me li trovate tutti :-P

      E' vero, praticamente con te ho condiviso più della metà del mio percorso universitario, fin qui, e se pensiamo già ai primi commenti che ci scambiammo l'asticella si sposta ancora di più E se, ancora, aggiungiamo quanto ci siamo detti e dati, allora non parliamo più solo di università e non possiamo mettere un confine, dato che davvero abbiamo imparato a condividere tutto, anche quello che esisteva quando noi non eravamo Noi.
      E certo, aprendo una piccola parentesi, questo alimenta la mia pazzia ma quella è un'altra storia, ssssh.


      Ti ripeto, sei stato un amore in tutte le accezioni del termine a starmi accanto, sia quando non ne potevo più, sia quando poi è andato tutto bene ed ancora quando ho ripreso a preoccuparmi per le scadenze burocratiche. Tu ci sei stato, sei rimasto e mi hai riportato un bel sorriso che da quando ti conosco in realtà non manca mai, non sicuramente per causa tua, e questo è qualcosa di assolutamente nuovo ed imperdibile per me.

      Quindi grazie, ancora grazie davvero per essere come sei e per farti sentire qui accanto a me anche quando sei fisicamente a km di distanza da me; grazie perché abbiamo visto come quello che abbiamo non sia assolutamente scontato, perché io sono assolutamente sicura di te, di noi; ti aspetto dopo ogni una partenza e aspettando il successivo arrivo non c'è niente di meglio con cui sostituirti. Sei perfetto per me (nota, per me, non in generale che poi sembro una di quelle che idealizza il fidanzato con le fette biscottate ricoperte di Nutella davanti agli occhi ihih) e non ti cambierò maiiii :-***

      Tu sei il mio futuro :-*

      Elimina
  9. beh, ne è passato di tempo bimba... non so come ti vada, ma una tanto in gamba credo sappia cavarsela sempre... a presto, se i miei casini me lo permettono... Mimmo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Direi che a piccoli passi ce la faccio!
      Grazie ^.^
      E tu come stai?

      Elimina
  10. certo che ce la fai... i sognatori hanno la forza dell'inventiva... come sto? azz, che domanda! problemissimi! ...ma la vita è tale se... però ho ripreso a scrivere il blog, passione accantonata... dai ci risentiremo presto piccola diavoletta :-)

    RispondiElimina

Io credo soltanto nella parola. La parola ferisce, la parola convince, la parola placa. Questo, per me, è il senso dello scrivere.