venerdì 30 novembre 2018

...And it's made it's home inside...

Si dovrebbe già sapere, qui sul mio blog, che io sono una di quelle persone che sogna ogni notte e poi al risveglio si ricorda tutti i particolari. E dovrei avervi detto che a volte è capitato di sognare numeri di telefono che sono riuscita anche ad annotarmi una volta desta (e si, grazie alla magia di WhatsApp uno di questi ho scoperto essere davvero esistente (e poi, grazie alla magia di Internet sono anche risalita al proprietario)). Ma questa è un'altra storia.
Perché molto più spesso faccio incubi la cui trama è più o meno ricorrente. Ed accanto ai veri e propri incubi (di quelli che ti fanno svegliare sudata, con la pelle che brucia ed il cuore a mille) ci sono anche i brutti sogni, quelli che non ti fanno proprio paura però ti lasciano un bel po' di fastidio addosso.

È di uno di questi che voglio parlarvi adesso.
Ormai non conto più le volte in cui l'ho fatto: i contorni tutti intorno non sono importanti, perché cambiano più o meno sempre ma a rimanere uguale è un dettaglio preciso. Sogno spesso, infatti, di avere dentro in bocca qualcosa di pastoso che non mi permette di parlare bene.
Non è che non riesca proprio ad aprire la bocca ma mi viene difficile scandire le parole e soprattutto, la cosa che mi da più fastidio, è la sensazione quasi fisica che provo nell'avere questa sostanza che mi riempie tutto il palato.
Non so identificare che cosa sia, è come un chewingum ma un po' più duro; non so dirvi di che colore sia e come ci finisca nella mia bocca, non lo vedo mai. Quello che vedo sempre è che non riesco a guardarmi allo specchio per scoprire di cosa si tratti, me lo chiedo anche nel sogno, però provo a toglierla e questa cosa un po' si sfiletta e mentre la tiro sento proprio che si stacca dal mio palato e però più la tolgo più sembra che non finisca mai. Alla fine mi sveglio ma senza aver adempiuto al mio scopo, quello di liberarmi finalmente di tutto.

Le prime volte che ho fatto questo sogno ero parecchio infastidita dal senso di disgusto che mi assaliva perché, come detto, era come se, durante il sonno, sentissi proprio davvero la bocca impastata e bloccata. Poi con il tempo ci ho fatto l'abitudine perché sognarlo a cadenza regolare un po' ti assuefa.
Ho cercato su Internet per curiosità ed ho scoperto essere un sogno che ricorre comunemente tra le persone. Dicono anche che sia una manifestazione del dormiente dell'incapacità di comunicare bene con l'esterno. E per quanto io sia una scettica per natura sono abbastanza affascinata dal mondo onirico e dai suoi potenziali significati.
Che io non sia una grande comunicatrice ormai si sa, soprattutto per chi mi conosce nella vita reale. Non perché non abbia cose da dire e non perché non troverei le parole adatte per farlo, nel caso.
È solo per mia natura, forse mischiata ad un po' di timidezza e ad un po' di riservatezza. Delle volte, dopo aver fatto questo sogno, mi sono detta "è vero, volevo dire quella cosa in più e non ci sono riuscita"; altre volte, invece, almeno consciamente ho deciso che no, il sogno non stava rispecchiando il mio stato d'animo del momento.
E non ho utilizzato una parola a caso nella riga precedente perché, andando oltre con le ricerche, ho trovato una domanda precisa di una signora che diceva esattamente di sentirsi invece schietta e portata alla comunicazione e l'esperto le chiedeva di valutare se ciò fosse vero anche nell'inconscio.

Per quanto io sia molto introspettiva non mi va e non mi è mai andato, per ora, di scavare per vedere se fosse davvero così fino in fondo. Forse anche perché alla fine mi basta quello che dico e quello che non dico. Ed almeno da sveglia la mia bocca è libera di esternare quello che sento e che preferisco.
Magari prima o poi mi sveglierò felice finalmente di aver tolto questa maledetta sostanza appiccicaticcia dai miei sogni. O magari quella sarà più testarda di me e mi costringerà a fare un giretto nel mio io più intimo. Ed allora mi perderò sicuro, che io ho un senso dell'orientamento pari a zero, peggio di quello solo la mia ignoranza in geografia.
Ma mica posso essere perfetta in tutto, no? L'importante è andarci vicino.

Una buona giornata, a chi non è come neve...

39 commenti:

  1. Io non credo all'interpretazione del sogno secondo internet. Per me hai qualche problema, per esempio con il naso otturato si respira con la bocca e dà fastidio. Molto spesso un incubo è un segnale della mente per svegliarti e liberarti da una posizione scomoda, oppure senti caldo o freddo, una cattiva digestione.
    Insomma, non hai problemi di comunicazione.
    Ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io come detto sono scettica, però a volte mi affascina che ci prendano anche quando sogni una cosa che non diresti mai sembrare significativa.
      Si, quando faccio dei veri e propri incubi so che può dipendere dal caldo o dalla posizione (per esempio quando sogni di farti male perché mentre dormi davvero sei in una posizione scomoda o hai qualche livido davvero) però altre volte non trovo una spiegazione concreta.
      Grazie comunque, sentirsi dire di non avere un problema è sempre bello:-D

      Elimina
    2. Una volta ho sognato di galleggiare in un contenitore con un con acqua tiepida. E' la vita prenatale trascorsa nel liquido amniotico dell'utero di mia madre. Ho chiamato al telefono Jung ma era occupato.

      Elimina
    3. Ahah stava al telefono con me, riprova adesso, dovrebbe essere libero :D

      Elimina
  2. Ho appena scoperto che abbiamo un'altra cosa in comune.. L'essere negate in geografia. Ahaha
    Scherzi a parte, detesto i sogni ricorrenti, a maggior ragione quando non riesco a liberarmene.
    In questo caso non credo si tratti di un tuo problema di comunicazione, anche se non so come affronti i dibattiti di gruppo, ad esempio. Se te ne resti in silenzio, per timidezza, o se prendi la parola e fai volentieri qualche battuta.
    Nel dubbio, dì a Maurizio di coccolarti ancora di più (per quanto lui già non lo faccia tantissimo), e vedrai che i sogni saranno più sereni.. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io lo sapevo già della geografia perché lo avevi già scritto da qualche parte sicuramente :)
      E non siamo le uniche.
      Comunque per quanto riguarda la tua domanda, no, non resto in silenzio. Anche quando c'è stata la necessità di parlare in pubblico e simili sono sempre stata tranquilla, anche alle medie durante gli esami. Sono molto sciolta, niente panico e cerco di essere anche socievole. Quando si parla di tratti più intimi invece sono più riservata, quando si tratta di spiegare per esempio perché sono triste, ecc. Mi capita spesso di non riuscire a spiegare per esempio perché piango, perché non mi va di parlare e simili.
      Credo che sia una cosa che mi appartiene da sempre perché quando ero piccola ero timidissima che proprio arrossivo sempre, poi crescendo ho imparato ad essere più naturale e tranquilla però qualcosa di quella riservatezza mi è rimasta. Ecco perché scrivo :)

      Elimina
  3. Non saprei che dirti se non di berti una bella tazzona di camomilla prima di dormire e, soprattutto, letture molto leggere. Ciao e serena notte.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non mi piace la camomilla :( mi piace solo il tè e temo avrebbe effetto contrario xD grazie comunque del consiglio, ai libri dico si tutta la vita :)

      Elimina


  4. Pensa che io quando ero nel pieno della mia passione horror, nelle sere in cui mi sparavo film di questo genere dormivo lindo e beato. Erano evidentemente una scarica di adrenalina e divertimento (d'altro canto la maggior parte li guardavo in compagnia con i miei amici).
    Veniamo al dunque, non divago.
    Differenza tra incubo e brutto sogno: ci sta. Allora son fortunato, faccio solo brutti sogni, al massimo.
    Il tuo sogno indica che c'è qualcosa che ti blocca nel parlare, più cerchi di cavarlo più lui si allunga e rimane.
    In sostanza non c'è bisogno di telefonare a Jung :D(bella Gus, questa :D), o di far riferimento a dottor google, ma semplicemente c'è qualcosa nella vita reale che vorresti fare, ma c'è un ostacolo che ti blocca.
    Magari nello specifico vorresti dire qualcosa a qualcuno, mandare a quel paese qualcuno, ma non riesci a farlo.
    Pensaci bene :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Andando con ordine: anche iooo quando guardo gli horror poi dormo tranquilla paradossalmente invece mi ricordo che c'è stato il periodo prima e poco dopo la laurea triennale che ho vissuto delle notti assurde: sogni terribili che non so da dove potessero proprio venire! Eppure era un periodo felice per me.
      La divisione tra incubi e brutti sogni l'ho fatta io homemade secondo I miei parametri xD perché come sai ci sono sogni oggettivamente brutti (tipo sorelle a pezzi sottovuoto ahah) che però non mi terrorizzano ed altri che magari non sono il massimo del terrore che però mi fanno proprio "male fisicamente" (tipo quella volta dei topi dentro la maglietta). Eppure io non riesco a trovare un qualcosa che mi ostacoli. Cioè sono consapevole di avere delle paure nella mia vita però in questo momento mi sento forte ed in grado di affrontarle. Alcune le ho quasi superate anzi.
      Devo dire una cosa che non ho specificato nel post: è capitato che questo sogno venisse a me dopo una discussione. Per questo ho scritto che qualche volta ho pensato avesse un significato il sogno ed altre invece no. Comunque puoi star tranquillo che a quel paese ho mandato sempre tutti senza problemi xD ma proprio sempreee ahah

      Elimina
  5. Mumble Mumble...
    Sai, io un po' ci credo ai sogni ricorrenti e al loro significato.
    Visto che uno dei miei si è realizzato in maniera così vivida che lasciò poco adito ai dubbi.
    Per quel che so io dei sogni (ricorda che sono campana e dalle mie parti è una cosa "seria" la loro l'interpretazione) non sei andata molto lontano da quello che penso io. Sei in un momento in cui stai prendendo una decisione che coinvolge altre persone a parte te e non sai se parlarne o meno. Questa tua insicurezza si trasforma in silenzio nella realtà, il che non c'entra nulla con l'essere più o meno estroversa o poco propensa al dialogo.
    Pensaci...
    Detto questo il numero da giocare sulla ruota di Roma (naturalmente) è l'80 :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravi amici psicoanalizzatemi gggratis xD
      Comunque Mariella, partendo dalla fine:ma lllo sai che nei miei sogni l'8 (ed altri numeri con dentro l'8 quindi) comprare spessissimo?! Allora è un segno davvero! Magari divento riccaaa.
      Ma mi impiccio troppo se ti chiedo quale sogno si è avverato? Comunque io pure una volta ho sognato una cosa che si è avverata, un avvertimento diciamo. Non so se era il mio inconscio che già sapeva o simili, però mi colpì molto. Non mi è più capitato però :)
      È vero che sto per prendere una decisione che coinvolge altre persone, in realtà l'ho già presa questa decisione (cioè sto cercando lavoro a Roma con conseguente trasferimento là e conseguenza ancora più grande la convivenza con Mizio, più coinvolgimento di questo xD) però relativamente a questa cosa sono molto sicura, ci ho pensato bene ed ho valutato molto prima di fare questo passo anche solo teoricamente. Ho analizzato le mie paure a riguardo e le ho superate o ho constatato di avere la forza e la motivazione necessaria per farlo, quindi non saprei proprio cosa potrebbe essere questa cosa che mi rende insicura. Cioè consciamente non mi ci sento sinceramente. Non so, devo pensarci proprio bene, bene, bene perché per ora non saprei

      Elimina
    2. Sognavo di volare via. Spiccavo il volo dal balcone della casa dei miei. È stato un sogno ricorrente da quando avevo sette anni fino ai 18. Cioè fino a quando non si è realizzato.
      Si potrebbe dire che è un sogno comune e abbastanza banale.
      Ma era un sogno concreto, io sentivo perfino l'aria sulla faccia mentre andavo via. Un desiderio fortissimo( ne ho avuti altri più complicati che son rimasti sogni).
      E mi pare che, senza ombra di dubbio, si sia realizzato.
      Beh a leggerti mi pare che il tuo desiderio sia una novità su questo blog. Che poi, in parte ce lo immaginassimo è vero.
      In bocca al lupo ragazza bella. Ti auguro di spiccare lo stesso volo.

      Elimina
    3. Rovino subito un attimo la magia del tuo commento dicendoti che probabilmente sto diventando scema e pensavo che il tuo sogno si fosse avverato alla lettera e che quindi tu fossi volata davvero in qualche modo dal balcone di casa tua xD
      Ma andiamo alla parte seria che merita il tuo bellissimo commento. Sicuramente è una metafora molto bella e che forse prima o poi ci deve accomunare tutti, soprattutto a certe età. È vero, è un desiderio nuovo nel mio blog quello che ti ho scritto nel commento, e sei pure una delle prime persone che lo sa ufficialmente (perché ad immaginare, come dici, ci sta tutto) :)
      Non l'ho scritto apertamente su nessun post perché mi piace essere certa, avere delle situazioni reali e concrete di cui parlare e quindi sto aspettando che si materializzi qualcosa che sia più di un desiderio. E spero di poterlo fare presto :)
      Intanto ti ringrazio di cuore per il tuo augurio e ti abbraccio fooorte, forte :-*

      Elimina
    4. Dato che sono distratta all'ennesima potenza, faccio dei grandi scivoloni in strada, vale?
      Bacio grande stella e affronta tutto il bello che verrà con la tua intelligenza, la tua costanza e forza.

      Elimina
    5. Io di scivoloni ne ho in programma questo fine settimana ad un matrimonio per cui indosserò un signor vestito con tanto di strascico (no, non sono io a sposarmi ahah).
      Grazie mille Mary, anche di essere tornata a rispondere :-*
      Un abbraccissimo

      Elimina
  6. O forse c'è qualcosa che vorresti -inconsciamente- dire ma non riesci a farlo...

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che le uniche cose che non riesco a dire nella realtà, da sveglia, poi non è che siano così importanti da tormentarmi da notte. Per questo sopra ho scritto a tutti che non ho idea di cosa potrebbe essere. Cioè sento di non sapere cosa sia, però sento anche che non sia questo xD va beh, mi capisco sola ahah

      Elimina
  7. Che strano questo sogno, a maggior ragione perché ricorrente. Non mi sembra strana né banale la tua interpretazione e penso, in effetti, che l'inconscio ci mandi spesso dei segnali attraverso la nostra attività onorica.
    La cosa favolosa è che ti ricordi tutto, dei sogni. Fin nei minimi dettagli. E questo è davvero notevole.
    Baci.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti quelle rarissime volte in cui non ricordo mi dispiace così tanto che poi ci penso, ci penso ed alla fine, magari pure la sera dopo ore dal risveglio, mi riviene tutto in mente. Quando poi sogno dei numeri me li appunto subito però non li gioco mai :)

      Elimina
  8. Sai, ti sembrerà strano, ma anch'io faccio lo stesso sogno/incubo e sapere che non sono l'unico mi sconvolge, perché non li ricordo quasi mai ma quel particolare è parecchio ricorrente e fastidioso. Ma se è qualcosa di normale meglio così e non mi preoccupo ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pietro ma fai proprio questo mio sogno? Identico? Ammazza che figata *.*
      Si, è una cosa ricorrente, non siamo pazzi ahah :)

      Elimina
  9. In realtà non dovresti credere alle interpretazioni web dei sogni: sono molto molto generaliste, perché si applicano a tutti quanti, e quindi proprio errate. Per interpretare un sogno dovresti studiare anni di psicologia o quantomeno leggere Freud e la sua "Interpretazione dei sogni". E comunque aver sempre presente il quadro psicologico complessivo del sognatore.
    Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una volta Freud l'ho leggicchiato perché una mia amicalo stava studiando all'Università ma devo dire che mi sembrava più interessante, quindi ho mollato.
      Comunque sono sicuramente molto generali e generalizzate però credo che una base minima possano darla :) Grazie, un abbraccio

      Elimina
  10. Risposte
    1. Questo è il colpo di genio di te che imiti me che ho la bocca piena di quella gomma fastidiosa?:D

      Elimina
    2. "colpo di genio" sembra effeve efagevato. :-)

      Elimina
    3. Hai ragione, il genio sono io che ho capito xD

      Elimina
  11. Capita talvolta anche a me l'impossibilità nel sogno di poter parlare ed esprimermi. Nel caso mio specifico, mi capita che nel sogno non riesca a chiudere la bocca e conseguentemente non riesca a parlare e a farmi capire, con tutto il disagio che comporta.
    Non mi sono chiesto il significato e non l'ho mai cercato in realtà...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao e benvenuto :)
      Anche questa rivisitazione è molto comune tra i dormienti, come il sogno che abbiamo fatto quasi tutti nella vita di stare per cadere ed avere la sensazione di cadere davvero dal letto o quella di correre ed essere rincorsi da qualcuno che ci sta per afferrare.
      Oppure sono solo io psicopatica?:-D

      Elimina
  12. Sogno molto particolare che io non ho mai fatto ma che si spiega con quanto hai raccontato di te nel post. Anch'io sono affascinato dall'interpretazione dei sogni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alla fine siamo sempre un po' tutti affascinati dal nostro io più intimo :)
      Un abbraccio e grazie Daniele :)

      Elimina
  13. Anche io mi trovo dalla parte di chi analizza i sogni, soprattutto quando sono ricorrenti nel loro contenuto.

    Comunque penso che tu abbia già trovato la risposta, non si tratta di parlare di più o esprimersi meglio, ma di capire COSA non si riesce ad esprimere.
    E su questo aspetto io punterei l'attenzione poiché nel tuo sogno vorresti veder cosa ti blocca, ma non ci riesci.
    ed è qualcosa che si trova dentro la bocca, non è un bavaglio, un qualcosa di esterno, è qualcosa che si trova dentro.
    Quindi io mi farei qualche domanda su ciò che ti blocca nel profondo e non avrei troppe remore nel guardare a fondo.
    :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Barbara :)
      Anche tu quindi sei d'accordo sul fatto che qualcosa ci sia e che non dipenda da mio essere più o meno estroversa. Bene, bene, se più indizi fanno una prova...Dovrò per forza darmi da fare :)
      Intanto ringrazio anche te della tua interpretazione, siete meglio dello psicologo :-D
      Interessante la distinzione col bavaglio e quindi tra interno ed esterno, non ci avevo mica pensato...mi sa che te ne intendi, eh :)
      Un abbraccio :-*

      Elimina
  14. beh, come tu forse dovresti ricordare anche io come sogni non scherzo..... l'altra notte ho sognato una specie di zombie però velocissimo da cui era impossibile scappare e che sbranava un sacco di gente.... però mi era chiaro fosse un sogno ! ma rifare lo stesso sogno.... boh, forse un tempo sognavo che mi cadevano i denti, ma pare lo facciano in tanti questo sogno

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Invece i sogni ricorrenti a me non mancano, appunto.
      Comunque la credenza popolare vuole che, quando ti cadono i denti, sia brutto segno ed in particolare dovrebbero indicare lutti famigliari. Per sicurezza un bel gesto scaramantico xD

      Elimina
  15. prendere coscienza di esser dentro il tuo sogno? Si può fare con un po' di allenamento :) Anch'io sogno parecchio..meglio che andare al cinema ^^

    RispondiElimina
  16. Ho la soluzione: Maurizio non deve cucinarti più la carbonara.
    Strano che nessuno ci sia arrivato, eppure ogni passaggio del tuo incubo indica chiaramente sintomi e cause.
    Per la carbonara devi andare a Via Avezzana, a Roma ovviamente, da Cacio e Pepe.
    Altrimenti terribili incubi continueranno a martoriarti il sonno. ;)

    RispondiElimina
  17. Sono un po scettica sull'interpretazione dei sogni, credo però che sono sempre influenzati da qualche cosa che ci tocca nel profondo cara Paola. Spero tu stia trascorrendo un bel periodo natalizio, ti abbraccio e buone feste.

    RispondiElimina

Io credo soltanto nella parola. La parola ferisce, la parola convince, la parola placa. Questo, per me, è il senso dello scrivere.