venerdì 6 settembre 2013

Oh Crystal Ball, save us all, tell me life is beautiful

Il lato negativo di non scrivere per qualche giorno è sicuramente il fatto di dover raccontare, poi, tutto quello che mi è passato per la mente, in una volta.

Fine dell'estate, mi addormento un paio d'ore sul divano col sole e mi risveglio con un diluvio universale. Benvenuto Settembre, prima mi piacevi, adesso mi sei indifferente: complimenti.

Le mie mini-vacanze (in Sicilia) sono trascorse in pace e relax ed ho avuto modo di fare un po' di cosette (anche se mi sento in colpa per aver tolto così tempo prezioso allo studio, ma va beh).

Per esempio, ho provato una cosa che prima non avevo mai sentito nominare e che non credo avrò più gola di sperimentare: mi riferisco al Body Rafting, in cui, in poche parole, armati di caschetto di sicurezza, muta e giubbotto ti butti in un fiume (dalle acque ghiacciate, per essere precisi) e ti lasci letteralmente trascinare dalla corrente, districandoti tra scogli e rocce.

L'istruttore avverte 'mi raccomando, sdraiati, braccia incrociate e dove serve naso tappato e soprattutto sedere all'insù'. Boh, non ne capivo l'utilità, fin quando non ho preso in pieno quasi tutte le rocce nascoste dall'acqua. Odio profondo verso chi mi ha trascinato in quel fiume. Ma dai, non mi sono rimasti neanche lividi e son tornata viva.

Dopo la prima discesa, se ricordo bene, è seguita una seconda in un punto con la corrente ancora più forte (che io ho sapientemente aggirato passando dalla terra ferma); un tuffo da una roccia (e questo è stato bello, si), subito dopo una cascatella dove si concentravano le 'acque mosse' dalla corrente; un altro paio di discese più o meno tranquille ed il ritorno (tanto sospirato da parte mia) a piedi, ripercorrendo, in pratica, il percorso fatto in acqua, però sulla terra ferma.

Si, insomma, se non fosse stato per l'inizio non mi è dispiaciuto parecchio, ma non è che muoio dalla voglia di tornarci.

Sconvolge, più che altro, che non è stata neanche l'unica attività della settimana:
Il secondo giorno in hotel, in mattinata, mi sono data al nuoto con tanto di istruttore (va beh, una sola lezione, ma poi è uscito il bel tempo e mi sono goduta la piscina all'aperto);
Il giorno dopo mi sono dedicata all'acquagym: non vi dico le risate, un video ci stava tutto!
Nel pomeriggio dello stesso giorno, anche, ho dato il meglio di me: lezione intensissima.

Per gli altri, intendo. Perché io li guardavo a bordo piscina con un bel gelato al cioccolato.

Sono fatiche, ragazzi, che volete che vi dica.

L'ultimo giorno (quello prima della partenza), ci siamo dati al relax completo: un percorso benessere con doccia emozionale, sauna, bagno-turco, calidarium e quattro piscine con diversi tipi di massaggi.

Le due ore più belle della vacanza.

Tra l'altro abbiamo avuto (non lo avrei mai detto), la fortuna di alloggiare nella camera che dava sulla piscina, quindi questo è quello che vedevamo affacciandomi dalla finestra. Le luci verdi erano stupende, ma la foto non rendeva giustizia e non l'ho caricata.

Le ore meno belle, per me, sono state quelle appena arrivati sull'isola: mia sorella ha avuto la grande idea di portarci al ristorante Giapponese. Ora, io non è che disprezzi nessun tipo di cultura, ma già sono schizzinosa col cibo italiano, potete ben immaginare quanto sia restia ad assaggiare nuove cose. Ma se non altro mia sorella s'è tolta sto sfizio.

Il digiuno l'ho recuperato lo stesso pomeriggio. Tanto per farvi capire, allego foto di come si presentava la mia borsa  al ritorno in hotel.

A dispetto di quelle che nella borsa portano trucchi, pinzette, ecc, la mia vantava:
n°2 pacchetti di Kinder Max
n°1 pacchetto di salatini
n°1 confezione di Togo
n°2 confezioni di gallette di riso (mah, mia sorella dice che sono un ottimo spuntino)

Oltre, ovviamente, a portafoglio, cellulari, ecc, non è che io sia così sfacciata :-D

Insomma, ci siamo divertiti parecchio.

Per il resto tutto ok, la città era bellissima (per quel poco che abbiamo visto, purtroppo il tempo è stato pessimo e siamo usciti poco), con un sacco di fontane e statue un po' dappertutto.

Abbiamo cenato in una trattoria piena zeppa di foto di personaggi famosi che si sono rifocillati nella stessa. No, Tiziano non c'era :-D

Adesso devo assolutamente recuperare questa settimana di studio persa, a breve avrò l'esame. Anzi, IL SIGNOR esame. Quindi, vi lascio..

Una buona giornata, a chi non è come neve...

Ps. stavolta trovare il titolo è stata dura, ma alla fine mi sento soddisfatta :-D






10 commenti:

  1. Ahahah, è sempre un piacere leggerti, hai un modo simpaticissimo di raccontare :) insomma, body rafting a parte (io ho fatto in Piemonte quello normale, col body sul gommone non lasciato alla corrente ^^) ti sei presa dei bei giorni di grande relax devo dire! Bene :) notevole poi la borsa piena di viveri piuttosto golosi ^^ la Sicilia la vidi di sfuggita e campeggiando, intorno a Messina, una terra molto bella comunque, almeno dal poco che ho visto :)

    Beh, bentornata e buona preparazione del grande esame, se poi ogni tanto fra una pausa e l'altra avrai tempo e possibilità, un tuo nuovo pezzo lo leggo sempre volentierissimo :) ciao ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pure io avrei voluto il body in salvo sul gommone, ma ormai :-D
      La Sicilia è bellissima, ci sono state un paio di volte e mi piace sicuramente, anche se li ho bevuto 2000 litri di acqua perché non era dissetante (sarà marketing?).
      Comunque grazie, scriverò sicuramente molto presto. Magari che ho finalmente passato sta tragedia di esame. Buona giornata :)

      Elimina
  2. Ahahahahah :) la borsa :) .....un momento dove sono i Ringo ??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh Santo Cielo, i Ringo :-D
      Che ridere quel giorno: quando ancora non erano tutti dei bugiardi opportunisti e la città che abbiamo visitato mi piaceva *.*
      Ma i Ringo (QUEI RINGO) avranno sempre un posticino speciale nel mio cuore ihihih

      Elimina
  3. Ahahahah ti ricordi del prof ?? Aahahahahha

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Indimenticabile XD mi avrà odiata ahah

      Elimina
  4. Ahahha no dai :) tutti i prof ti amano :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tranne quello di matematica dell'Uni, dato che è la quarta volta che mo boccia -.-

      Elimina
  5. Ciao Paolè, non c'entra nulla eh, però volevo dirti che ieri sera tornando a casa in macchina alla radio c'era Tiziano Ferro (la canzone era "La Differenza fra me e te")... e ho pensato che saresti stata contenta di saperlo :D Ciao, buono studio e buona settimana in generale! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 'La differenza tra me e te' è una delle canzoni più belle. Cioè, le adoro tutte ma questa è sicuramente nella top 10. Il video è fantastico; il ritmo è perfetto ed il significato profondo :)
      Potrei scrivere 2000 pagine su Tiziano, ma per voi diverrebbe noioso leggerle ahahah.
      Buona giornata anche a te :)

      Elimina

Io credo soltanto nella parola. La parola ferisce, la parola convince, la parola placa. Questo, per me, è il senso dello scrivere.