domenica 29 maggio 2022

Forse un milione di scale

Ho passato il fine settimana quasi ininterrottamente al pc.
E proprio mentre lavoravo per ore davanti lo schermo, mi è tornata la voglia di battere sui tasti per scrivere, però, qui.

Questi mesi in cui sono sparita sono stati un'altalena, letteralmente. Forse l'ho scritto spesso ultimamente, ma dall'ultimo post che ho pubblicato ad ora, sono successe cose bellissime ed altre orribili.
Per la prima volta ho sperimentato il terrore di perdere una persona che amo. Perderla sul serio. Ed anche se ho già sofferto per la mancanza di qualcuno a me caro, stavolta è stato diverso.
Stavolta ho immaginato la mia vita completamente stravolta, il mio nucleo familiare sbriciolarsi, quasi.
Ho passato giorni con un peso sul cuore mai provato prima, nemmeno mai avrei potuto immaginare si potesse soffrire così in silenzio.
Ho pianto di nascosto a lavoro, dentro un parcheggio da sola e poi poggiata alle spalle della mia roccia, che mi ha fatto compagnia e mi ha sopportato amorevolmente finché la situazione, lentamente, non è tornata sotto controllo.
Oggi siamo tornati alla vecchia, familiare e confortevole routine, anche se abbiamo un occhio di riguardo in più sullo stato di salute dei miei genitori (perché fa sempre paura svegliarsi e rendersi conto che non sono i supereroi che vedevamo da bambini) e siamo più consapevoli che la vita può davvero, non perché siamo dentro un film, stravolgerti senza avvisarti.

Ma non c'è stata solamente la paura, in questi mesi.
Ci sono stati anche giorni bellissimi.
Anche tante prime volte che mi hanno regalato ricordi impareggiabili.

La prima volta su un aereo (si, lo so, sono sempre in ritardo).
La prima volta in una città estera.
La prima volta a cavarmela con il mio amato in inglese in un contesto del tutto nuovo.
Mi sono divertita tantissimo, con gli occhi azzurri del mio randagio costantemente al mio fianco.
Abbiamo riso di cuore, mentre ci perdevamo per stradine senza uscita,
Abbiamo riso prendendoci in giro, dentro una co-cattedrale ricca di affreschi e di tele bellissime -solo una parola: Caravaggio-, per le caratteristiche che ormai conosciamo a memoria l'uno dell'altra.
Abbiamo sorriso stupiti dentro un acquario stupendo, contro una fotocamera che ci ha immortalati circondati di acqua, squali e pesci colorati, sempre appiccicati.
Abbiamo inveito contro le intemperie sul mare.
Abbiamo assaggiato cibi nuovi (si, lo ammetto, io un po' meno) e tenuto una busta di sicurezza con le nostre schifezze preferite.
È stato perfetto, tutto perfetto davvero. Anche la stupida lite l'ultima sera, che poi è finita con una cena a quello che era diventato il nostro ristorante di riferimento e con una notte ad dormire stretti, stretti per non perderci più.

E dopo la vacanza, pur tornando ai nostri lavori che ci costringono per la maggior parte del tempo a stare in due città diverse, seppur vicine, abbiamo comunque fatto di tutto per ritagliarci delle serate perfette.
Così, ogni giorno che passa, lo amo un po' di più.
Così, ogni difficoltà che incontriamo, mi rende più sicura di volerla affrontare con lui.

Adesso sono rientrata in un periodo serratissimo, in cui sto studiando in ogni momento libero e però contemporaneamente cerco di gestire dei compiti extra-lavorativi che mi stanno mettendo a dura prova.
Ci son momenti in cui lo sconforto prende il sopravvento, lascio perdere tutto e mi pento dei si che ho detto. Poi però mi dico che se mollo una volta, mollerò sempre, quindi stringo un po' i denti e un pezzo alla volta costruisco le mie giornate.
Nei prossimi giorni dovrei rivedere un po' di luce (anche se son consapevole che prima di arrivarci dovrò forse affrontare la parte più in salita) ed intanto guardo la data cerchiata di rosso sul calendario: l'Esame di Stato è ad una manciata di capitoli ed io, ahimè, li devo studiare proprio tutti.

Spero voi stiate tutti bene, prometto di prendermi del tempo anche per i vostri blog.
Mi mancate, sempre.

Buona notte, a chi non è come neve...

29 commenti:

  1. Ma quindi dov'è che sei stata in vacanza? Sei sempre così criptica. Potevi dircelo!
    Scommetto Valencia. Io l'ho visitata lo scorso mese di novembre, ed è fantastica!

    Comunque mi dispiace per la tua paura legata ad uno dei tuoi genitori, e spero che il problema sia stato risolto senza strascichi.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Claudia :)
      Stavolta non è stato intenzionale l'essere criptica 😂
      Ero parecchio stanca e non ci ho fatto caso, ma pensavo anche di fare poi un post apposito sul viaggio 😂 comunque no, non Valencia ma Malta. Abbiamo cercato diverse mete ma, rispetto alla disponibilità di giorni che avevamo, era tutto troppo difficile da raggiungere (purtroppo la Calabria non è collegata bene). Quindi abbiamo scelto una meta che è proprio dietro l'angolo per noi. Malta è stata una piacevole scoperta. Piccolina ma molto, molto carina. Ci siamo divertiti tantissimo e l'acquario era troppo bello, ci siamo fatti tante di quelle foto 😂😂

      Mamma sta bene, per fortuna, adesso. Tra qualche giorno dovrebbe fare una ulteriore visita di controllo per vedere come si è evoluta la situazione però l'ultima volta stava andando migliorando quindi diciamo che per ora ci riteniamo assolutamente fortunate e ci siamo prese un bell'infarto per un po' di giorni. Grazie mille di essere passata, ti abbraccio forte

      Elimina
    2. Quindi c'è un acquario bellissimo anche lì? Quasi quasi la metto in lista. Noi scegliamo le vacanze su misura di Lorenzo, che adora gli animali. Quindi Valencia tra Bioparco e Acquario era un successo garantito.
      Ma non avevo contemplato Malta.
      Mi documenterò. :*

      Elimina
    3. Claudia, vedo la tua risposta nelle email ma non qui sul blog: nessuno saprà mai cosa mi hai scritto 😂
      Comunque nemmeno io sapevo che ci fosse, l'ho scoperto solo arrivata lì in aeroporto 😁 non è grandissimo come acquario però è molto, molto ricco e soprattutto c'è una volta, o meglio galleria, sotto la quale puoi passare e quindi stare "sotto" i pesci. Secondo me, è molto carino soprattutto per un bambino. Ah, poi ho anche messo la testa sotto una teca e sopra c'era il serpente che dormiva 😂 (e nel frattempo il mik randagio vomitava perché gli fanno schifo 😂😂😂). È una vacanza che consiglio, soprattutto in estate, decisamente

      Elimina
    4. Te lo spiego io cos'è successo.
      Blogger sta facendo degli aggiornamenti e i commenti stanno dando problemi. Se vai sul pannello nella sezione commenti, troverai il mio contrassegnato come spam. Selezioni che non è spam, e lo rimette al suo posto.

      Elimina
  2. La parte bella è un inno all'amore.
    Un bacio.

    RispondiElimina
  3. Non si è mai preparati quando si corre il rischio di perdere qualcuno che ami tanto.
    Son contento che con tua mamma si sia risolto tutto positivamente.
    Malta deve essere molto bella avevo un amica (giramondo) che adesso è in Messico e che per un periodo ha lavorato presso una nota pasticceria di Malta come cake design.
    Che dirti , leggere il tuo blog è proprio come leggere un diario nel vero senso della parola.
    E ogni volta cresci sempre un po' di più.
    Per crescere servono esperienze nella vita che possono essere belle ma anche tristi purtroppo.
    Ci passiamo tutti ..ti auguro di provarne sempre di belle.
    Ciao Sara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Max, che bello tu sia qui anche se io sono sparita per tantissimo tempo :)

      Malta, come detto, secondo me, è una meta che vale la pena visitare (specialmente in estate con la laguna bellissima che si ritrova). Dato che è piccolina magari non programnerei una vacanza lunghissima ma è proprio caruccia.

      Quello che mi hai fatto, poi, è uj complimento molto bello. Anche io mi sento molto cresciuta, in tanti aspetti diversi della mia vita. Lo avevo detto in un altro post, è stato improvviso e graduale allo stesso tempo. Me ne rendo conto sia come singola individua che come parte di una coppia. È una sensazione molto bella :) spero anche io che siano più le cose positive e ti ringrazio per l'augurio :)
      Un grande abbraccio

      Elimina
  4. Le montagne russe della vita, ma non era meglio il tunnel dell'amore?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È sempre più bello il tunnel, ma non possiamo stare al luna Park senza provare tutte lr giostre, giusto? :) un abbraccio Pietro :)

      Elimina
  5. Insomma, hai sperimentato l'essenza della vita fra cose brutte e sofferte e cose nuove, belle ed entusiastiche. Avanti tutta Paola. Buona settimana e buon nuovo mese, ormai alle porte.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto Sinforosa, mi sono proprio immersa in un periodo pieno di tutto: tristezza, amore, divertimento, paura, lavoro, stress, gratificazione, ansia, studio... Forse il periodo più ricco di sempre. Adesso spero un pochino di tornare su ritmi più equilibrati, non per molto, mi basta giusto il tempo di prendere una boccata d'aria :)
      Grazie mille, ti abbraccio forte e buon inizio Giugno anche a te :)

      Elimina
  6. quegli alti e bassi ma poi quella cena romantica, voi due stretti, la foto davanti a un acquario tutte scene così romantiche che prima o poi avranno un bella conclusione. E io ti auguro sia così presto. Valeria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Valeria. È stato un viaggio bellissimo, non saprei nemmeno come fare per descriverlo tutto perché in pochi giorni si sono concentrate una miriade di cose belle ed occasioni per stringersi e morire dal ridere :)
      Grazie del pensiero, ti abbraccio forte

      Elimina
  7. Che bello rivederti di nuovo qui. Ogni volta mi tuffo piacevolmente tra le tue righe. Capisco e mi dispiace che hai affrontato un periodo duro con la paura di perdere qualcuno che ami. E' orribile, la vita purtroppo colpisce a sorpresa, per questo non bisogna fare tante rinunce e non dobbiamo dare nulla per scontato. Son contenta di sapere che la situazione si sia risolta e che tu e il tuo amore vi siate regalati una bella vacanza. Io non sono mai stata a Malta ma mi hanno detto che è molto bella. Un abbraccio cara e in bocca al lupo per l'esame.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Caterina, che bello tornare dopo tanto tempo e trovarvi però tutti *.*
      È vero, alcune cose ti fanno proprio riflettere perché, è banalissimo, ma diamo tutto per scontato ed appena cambia una piccola cosa, tutto il resto della vita si stravolge. Pensa che in quei giorni la mattina piangevo da sola mentre riempivo la mia borraccia dell'acqua che porto ogni giorno a lavoro perché pensavo che ogni giorno mamma me la fa trovare già piena di acqua. Una cosa stupidissima ma mi è rimasta proprio impressa. Ti ringrazio dell'empatia e delle belle parole, ti abbraccio e ti auguro di andare anche tu presto a goderti Malta :)

      Elimina
  8. La vita sa proprio essere un ottovolante, alle volte, ma lieto che ti stia andando bene
    A parte la fatica di pedalare in saluta.
    Ma ti darà più gusto l'essere arrivata in cima

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non vedo l'ora, adesso più che mai, di godermi il panorama da lassù soprattutto insieme al mio randagio bellissimo 😍 grazie mille :*

      Elimina
  9. Anche se mi dispiace per la paura che ti sei presa, è stato troppo bello leggere di quei passi successivi. La vacanza, l'amore, i giorni bellissimi. Sono contenta e ti abbraccio forte.

    RispondiElimina
  10. Mi spiace leggere dei problemi di salute di tua madre. Allo stesso tempo è piacevole rileggerti. Ormai ti davo per dispersa. Ero passata sul vecchio post a farti gli auguri di Pasqua ma non penso tu te ne sia accorta. Ti auguro un periodo più sereno. Buona domenica .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mariella, si che me ne sono accorta, mi sa che invece anche tu hai lo stesso problema che avevo io coi commenti di Claudia: saranno in spam e non mi hai letta da te :)

      Grazie mille anche qui del tuo pensiero a Pasqua, l'ho molto apprezzato 😘 spero anche io sia un periodo più tranquillo :) un grande abbraccio ❤️

      Elimina
  11. Un milione di scale che supererai brillantemente vedrai.
    Forza e dritta alla meta. 😉
    Con i genitori anziani capitano più giorni no che sì. E non può essere assolutamente compresa la difficoltà da chi vive lontano o non vive le stesse situazioni. Te lo dico per esperienza personale. E più avanzano gli anni più è difficile. Ti capisco molto bene Paola.
    Ma intanto rilassati e pensa soprattutto a vivere pienamente il tuo amore. Che bello ciò che hai vissuto nei giorni con lui. Li hai descritti magnificamente.
    Per cui ancora forza che la vita continua!
    Abbraccio forte e non sparire ancora. Ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I miei genitori sono ancora piuttosto giovani, in realtà, quindi anche per questo non sono decisamente pronta ad affrontare questo genere di situazioni, nemmeno in via ipotetica....Comunque ti ringrazio davvero tanto del commento e ti abbraccio forte, forte :-*

      Elimina
  12. Crescere come fai te è splendido, e a me che ti ho conosciuta - candida e imperfetta - fa piacere ritrovarti, leggerti con quanta passione affronti cambiamenti e riconferme, sapendo che le soprese ci sono comunque e che dobbiamo saper tenere testa a tutto, depressioni ed esaltazioni, e crescere assieme a loro, ogni volta un po' di più.. un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bellissimo commento Franco, grazie mille :) È vero, si cresce necessariamente a suon di cose belle e di situazioni un po' più pesanti. Al momento sono davvero felice della mia vita; di tutte le cose che sto trovando per la strada e di quelle che sto costruendo da sola o con le persone che amo.
      Ti abbraccio forte e grazie ancora :-*

      Elimina
  13. Bellissimo questo riassunto degli ultimi mesi.
    Il primo aereo io l'ho preso in terza elementare e... per contrappasso, no, non sono mai stato a Malta: curiosissimo di andarci!
    Spero con tutto il cuore che il vostro rapporto prosegua e si costruisca più solido giorno dopo giorno, nonostante il lavoro, la lontananza, le avversità e tutto quello che la provvidenza vi riserverà.
    E in bocca al lupo per l'esame di Stato (a proposito: quand'è?)!
    Un caro saluto
    EM

    RispondiElimina

Io credo soltanto nella parola. La parola ferisce, la parola convince, la parola placa. Questo, per me, è il senso dello scrivere.