sabato 26 novembre 2022

L'odore di quell'anno

Nell'ultimo mese ho fatto, insieme ad una delle mie sorelle, una di quelle cose che nessuno proprio accosterebbe al mio nome.

Ebbene si, mi son iscritta ad un corso in palestra.

L'idea è nata dalla mia sorellina che ne aveva bisogno per alleviare alcuni problemi di salute e, siccome noi si viaggia sempre in coppia (ma anche in band, visto il numero delle mie consanguinee), ho deciso di far questa pazzia e farle una meritata compagnia.

Certo, devo dire che l'investimento monetario in tute, scarpe da ginnastica e compagnia bella poteva farmi desistere, dal momento che la sottoscritta si rifiuta di avere abbigliamenti sportivi nel proprio guardaroba da almeno 15 anni -cioè da quando son finalmente terminate le lezioni di educazione fisica delle medie- ma non ho ceduto ed ho preso sul serio questo impegno.

E, con tutta onestà, nonostante si avvertano tutti gli anni che ho trascorso seduta ad una scrivania a studiare -prima- ed a lavorare -dopo-, il corso in questione mi piace parecchio.
In primo luogo, perché, ovviamente, mi regala la possibilità di fare quel minimo di movimento per ricordarmi del fatto che non ho nemmeno 30 anni e non i 200 che la mia asocialità ogni tanto dimostra.
In secondo luogo, perché, è questa è stata una cosa nuovissima, quell'oretta di esercizi lenti, composti -non è vero, l'istruttrice non si spiega come io faccia ad essere sempre sdraiata storta- e guidati mi concede un isolamento quasi completo da tutti i miei pensieri.

Me ne sono accorta alla prima lezione di prova -e forse è stata proprio quella sensazione a convincermi ad acquistare l'abbonamento più di ogni altro lato positivo della questione-: quando sono entrata da quella porta piena di rabbia e disappunto per la giornata che avevo trascorso e poi ne son uscita rendendomi conto che durante la respirazione, i piegamenti, le contrazioni dei muscoli non avevo pensato mai, nemmeno una volta, senza nemmeno chiederlo, a nulla di quello che mi stava dando tanto malcontento.

E pensare che, ogni volta che nei vari blog leggevo di sensazioni simili legate all'attività fisica, pur rendendomi conto dell'autenticità della bellezza provata dagli autori, mi dicevo "nah, io non sarò proprio mai una di loro, conoscendomi".

Guarda un po' te, invece, quanto poco mi conosco ancora!

Quindi, ricapitolando, anche se è ancora presto per fare un resoconto completo, tra lo scorso anno e quello che sta per finire, sono morta e rinata almeno un migliaio di volte per lasciare e riprendere altrettante versioni di me che mi stanno portando su strade che non avevo mai pensati di voler percorrere e verso quelle che, in cuor mio, ho sempre desiderato raggiungere.

Non male per quella che s'era tatuata sopra al cuore "sono uno scorpione".

Un buon fine settimana, a chi non è come neve...

17 commenti:

  1. Diciamo che non è mai troppo tardi per scoprire qualcosa di noi e sperimentare una cosa diversa (poi non così tanto diversa). Personalmente mi scoccia troppo la palestra, ma mi alleno un po' a casa, ed è vero, dà una bella energia, ti concentri a respirare, ti scarichi e alla fine sei quasi rilassato. Buone abitudini da portare nell'anno nuovo! Un abbraccio

    RispondiElimina
  2. Io ho fatto una tesi di laurea antropologica sul benessere e la bellezza. Quello che scoprii attraverso le interviste che facevo nelle palestre e nei centri benessere, era che l’elemento estetico era scavalcato da quello psicologico. Quasi tutti, tra quelli intervistati, dicevano di sentirsi meglio con se stessi, che sopportavano meglio i problemi quotidiani e lo stress. Un ragazzo mi colpì con la sua storia, lui praticava body building, era talmente aumentata la sua autostima che erano migliorati anche i suoi voti all’università. Io credo che sia sorprendente la forza che l’essere umano ha in sé. Come dici, giustamente, non ci conosciamo abbastanza. Un abbraccio grande!

    RispondiElimina
  3. Ti batto le mani e sbatto i piedi come avessi fatto gol. Bravissima e costanza e vedrai che raccoglierai i frutti. Io ttte le mattine ginnastica al muro.

    RispondiElimina
  4. L'attività fisica è importantissima, non solo per il corpo. A volte basta perfino una semplice passeggiata nella natura per ritrovare il buonumore!
    Ciao, buon fine settimana.

    RispondiElimina
  5. Mi sembra di capire che tu stia facendo yoga, pilates o qualcosa di simile.
    Ci credo che ti aiuti a rilassare la mente. Quindi brava per esserti tuffata in questa nuova esperienza!

    RispondiElimina
  6. Come ha segnalato Rajani Rehana, questo è un ottimo blog, e io vorrei aggiungere che a scrivere ci pensa una splendida ragazza.

    RispondiElimina
  7. Brava Paola, l’esercizio fisico è utile, bello e salutare. Avanti tutta. Un abbraccio.
    sinforosa

    RispondiElimina
  8. Sei ancora così giovane, hai tempo per scoprire tante cose che possono renderti la vita migliore. Io ho pattinato sul ghiaccio per la prima volta a 40 anni suonati e mi sono sentito spensierato come un ragazzino. Mens sana in corpore sana, se sta bene il corpo sta bene anche la mente.

    RispondiElimina
  9. MI è sempre piaciuto fare attività fisica, palestra soprattutto e l'ho praticata per molti anni, mi ha aiutato molto devo dire oltre fisicamente anche mentalmente soprattutto nei momenti di stress. Ultimamente però devo dire mi sono un pò adagiata, non è stato proprio un bel periodo questo...cerco anche io come te di poter trovare qualcosa che mi possa aiutare nella mia rinascita. Un abbraccio Paola e grazie per il saluto sulla mia pagina.

    RispondiElimina
  10. Anche noi tra yoga, posturale e pilates performer (coi macchinari) ci stiamo rilassando assai.. stacchi un attimo dal mondo e ti crei una dimensione tutta spirito e muscoli. E fa pure bene.. ;)

    RispondiElimina
  11. Un'attività fisica costante è una gran cosa. Tutto sta nel vincere la ritrosia e la pigrizia iniziali perché poi i vantaggi superano di gran lunga gli svantaggi. Un abbraccio.

    RispondiElimina
  12. Bravissima Paola. Il movimento è importante. Io preferisco farlo fuori da una palestra a dir la verità. Ma se ti rilassa significa che funziona è questo l'importante. Abbraccio e buona serata.

    RispondiElimina
  13. Ormai dalla palestra ci passano tutti, e comunque male non fa ;)

    RispondiElimina


  14. Ahah, non lo sapevo questa cosa della palestra! Quindi sarai supersprint per il 2023.
    Io e te quindi saremo rivali nel premio "coerenza dell'anno". Ma la miglior sceneggiatura per film mentali sai che è un premio già mio, lì corro da solo praticamente XD
    Quindi adesso te stai a fa' un cultura di reggaeton e cose varie, bene bene!

    RispondiElimina
  15. Vedo che sei ferma, volevo comunque lasciarti un saluto carissima

    RispondiElimina

Io credo soltanto nella parola. La parola ferisce, la parola convince, la parola placa. Questo, per me, è il senso dello scrivere.